American Hustle - Recensione

Fine anni '70. Irving Rosenfeld (Christian Bale) è un truffatore sposato con la svampita e volgare Rosalyn (Jennifer Lawrence), che si mette in società con la sua amante Sidney (Amy Adams). Scoperti dall'ambizioso agente FBI Richie DiMaso (Bradley Cooper) vengono costretti a collaborare per incastrare malavitosi e politici, tra questi il sindaco Carmine Polito (Jeremy Renner). Dopo il successo di critica e pubblico di “Il lato positivo” (qui recensione) ritorna lo stesso team artistico, che riesce a ricreare il medesimo magico equilibrio fra tragedia e commedia.
Il regista David O. Russell è in formissima, la sua regia vivace, impulsiva e palpitante sfiora spesso il sublime. Uno stile veloce e ritmato, per un poliziesco intelligente ed esplosivo, costruito su un'ottima sceneggiatura ad incastri e su un montaggio perfetto e frenetico. Il cast è molto affiatato e ci regala un formidabile saggio di bravura, su cui spiccano una Jennifer Lawrence nuovamente da Oscar e un cameo imperdibile di Robert De Niro. Un'efficace macchina da tensione, grottesca e brillante, per una storia intricata dai dialoghi irresistibili, merito di una regia fluida, ispirata e disarmante che diverte anche chi non è amante del genere. VOTO 7,5

Commenti

  1. Non ho le tue competenze... Ma quello che hai scritto corrisponde esattamente al mio pensiero. La presenza scenica di De Niro poi è fuori discussione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisabetta, sei troppo gentile, sono contento ti sia piaciuto. De Niro e' un mito!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

E' solo la fine del mondo - Recensione

Vi presento Toni Erdmann - Recensione