Inside Out - Recensione




Film d’animazione 3D, diretto da Pete Docter (già regista di Monsters & Co. e Up) e prodotto dai creatori di Toy Story e Wall-e. Attraverso le cinque emozioni primarie (Gioia, Tristezza, Rabbia, Disgusto e Paura) dell’undicenne Riley, vedremo come si adatterà al trasloco forzato dal rurale Minnesota al trambusto di San Francisco, causa lavoro del padre. Quanto i sentimenti possono influenzare la nostra vita? Un viaggio nella psiche, con una sceneggiatura creativa e intelligente, zeppa d’idee geniali, che costruisce continue e ulteriori sottotrame, che ben s’innestano nel racconto. Un’avventura dai tempi comici ed esistenziali perfetti, diventa lo spunto per la rielaborazione di un rapporto affettivo: quello con i genitori. Ognuno di noi è in costante evoluzione, accumula impressioni, esperienze e suggestioni che non sempre è facile gestire. Spesso la nostra mente sviluppa degli schemi, che poi si scoprono illusori.

Vi è però nel cervello una “centrale operativa” in gestione alle emozioni primarie, in grado d’influenzare il sistema cerebrale. Ecco che per mantenere efficienti tutti gli ingranaggi è necessario svuotarli delle memorie inutili, far filare il treno dei pensieri e attraverso i ricordi, coltivare le proprie isole della personalità. Finalmente Pixar torna con una storia originale, e agli elevati standard qualitativi dei suoi più famosi capi d’opera. Ancora una volta allarga i confini di quella forma d’arte chiamata animazione, e con “Inside out” crea un nuovo instant classic. Il brusco passaggio dalla provincia alla città simboleggia la difficile transizione dall’infanzia alla pubertà, che rimette in discussione l’identità stessa. Scopriremo però, che per crescere sono necessarie tutte le emozioni, anche quelle negative. Ottimo intrattenimento per gli adulti e una grande esperienza formativa per i più piccoli; correte a vederlo con tutta la famiglia. Non vi resta che sedervi, osservare ammirati con grato senso di stupore, e godervi quella magica incredulità che regala solo un capolavoro. VOTO 8,5  TRAILER

P.S.: La proiezione è preceduta da “Lava”, un ammaliante e musicale cortometraggio, che v’introdurrà al mood sentimentale del film.


Scheda Tecnica


titolo originale
 Inside Out
genere
animazione
anno
2015
nazionalità
U.S.A.
regia
Pete Docter, Ronnie del Carmen
durata
102'
sceneggiatura
Pete Docter, Meg LeFauve, Josh Cooley

Commenti

Post popolari in questo blog

Dunkirk - Recensione

Blade Runner 2049 - Recensione