Ribelle - The Brave - Recensione

PPP. Prima Principessa Pixar cercasi: e fu scelta Merida. Un’originale ambientazione scozzese, una protagonista intrepida e maschiaccio, dalla chioma rosso fuoco, e un titolo che promette un’avventura epica; basi ideali affinché la Pixar ritrovi la freschezza di scrittura di “Toy Story”, “Wall-E” e “UP”, dopo il dimenticabile “Cars 2”. Niente di tutto questo. Un film dalle due anime, in cui la prima parte punta a schemi non convenzionali nel genere, che però vengono subito ”addomesticati” (da mamma Disney?) nella seconda.
Siamo nei pressi della favola, godibile, ma canonica, con annessa sfilata di luoghi comuni e personaggi noti: streghe, incantesimi e piagnistei, che sanno di stantio, e di già visto (i recenti “Le follie dell’imperatore” e “Koda-Fratello orso”). E’ comunque ben orchestrato negli snodi narrativi e ottimamente animato: vedi i capelli e le espressioni di Merida, e la minuziosa ricostruzione d’ambiente. Un film che lascia l’amaro in bocca, perché prima illude e poi delude. Che fine hanno fatto i guizzi artistici Pixar? C’entra qualcosa il cambio in corso d’opera del regista? Ma la domanda che nasce spontanea a fine visione è: “Tutto qua!?”. VOTO 6+

Commenti

Post popolari in questo blog

Dunkirk - Recensione

Vi presento Toni Erdmann - Recensione