Truman - Un vero amico e' per sempre - Recensione

Madrid. Julián (Ricardo Darín) è un attore di teatro che da un anno lotta contro un cancro ai polmoni; deluso dalle terapie alle quali si sottopone, smette di curarsi. Dal Canada giunge a fargli visita il suo più caro e storico amico Tomás (Javier Cámara), l’inatteso ospite si fermerà quattro giorni, e insieme al fedele cane Truman, lo aiuterà a confrontarsi con la dura realtà e con tutte le persone che gli vogliono bene. La pellicola è un successo spagnolo del 2015, vincitore in patria di ben cinque premi Goya: film, regia, sceneggiatura, attore protagonista e non protagonista. Film diretto dal regista catalano Cesc Gay, che con garbato umorismo e intelligente retorica sentimentale, crea un’atmosfera di lucida nostalgia che tocca corde profonde. Il pudore e la genuina leggerezza, con i quali sono ripresi gli intimi silenzi e i complici dialoghi tra i due compari di sventura, generano spontanea empatia. Un’amicizia virile tra sentimenti trattenuti e parole non dette; il coinvolgimento emotivo è assicurato.
A dar man forte all’autore la buona alchimia creatasi tra i due talentuosi attori e le musiche poetiche di Nico Cota e Toti Soler, pochi accordi di chitarra acustica che fanno vibrar l’anima sin dai titoli di testa. Amicizia, amore e morte, eterogenei temi di spessore che producono costanti cambi di tono e registro che non sempre convivono in soave armonia, tanto che in alcuni episodi sospendono il pathos. Il regista ha però l’acume di affrontare questi delicati argomenti con equilibrato dosaggio d’ironia e dramma, senza facili pietismi o furbe scene ricattatorie. Less is more, come direbbero gli americani, e la sottrazione drammaturgica si traduce in una semplicità che fa rima con umanità. Da piccoli gesti derivano grandi amicizie! E il cane che dà il titolo all’opera? E’ l’ideale e simbolica rappresentazione delle affettività più profonde e sincere, che rendono preziosa ogni esistenza. VOTO 7 TRAILER


Scheda tecnica


titolo originale
Truman
genere
commedia
anno
2015
nazionalità
Spagna, Argentina
cast
Ricardo Darín, Javier Cámara, Dolores Fonzi
regia
Cesc Gay
durata
108'
sceneggiatura
Tomàs Aragay

Commenti

Post popolari in questo blog

Dunkirk - Recensione

Vi presento Toni Erdmann - Recensione