Schegge di follia - CULT


Sherwood, Ohio, U.S.A. Anni ’80. Al liceo Westbourg a dettare legge sono tre ragazze bionde, tutte popolari e di nome Heather (!) che si divertono a tormentare gli studenti più deboli, emarginandoli. Delle Heathers fa parte anche l’introversa e brunetta Veronica (Winona Ryder). Quando quest’ultima però s’innamora di J.D. (Christian Slater), le cose cambiano in peggio…e la comunità, tanto perbenista quanto ipocrita, sarà sconvolta da una serie d’inspiegabili suicidi. Film del 1989 ed esordio folgorante alla regia per Michael Lehmann. SDF è una spietata satira sull’adolescenza e sull’assenza delle istituzioni (famiglia, scuola, chiesa) che dovrebbero guidarla. Il regista mette in luce il lato oscuro degli edonistici anni ’80; ne esce il ritratto di una collettività sempre più violenta con il diverso, e con chi non si omologa ai suoi modelli. Siamo nel pieno boom della società dell’immagine, e le sue ingannevoli icone consumistiche, diffuse dai media insieme a stili di vita totalitari, vengono spacciate per vincenti. Una massificazione che porta all’appiattimento culturale e crea terreno fertile per bullismo, intolleranza e xenofobia.

Temi forti, quindi, che Lehmann fa letteralmente esplodere, infrangendo così i sogni di plastica dei suoi anti-eroi, che deflagrano in mille pezzi, come il tavolino di cristallo su cui si schianta la prima Heather. Si noti come gli eventi drammatici non scalfiscano però la superficialità di questi adolescenti, e i ragazzi si prodighino in una finta campagna anti-suicidio a favore di telecamera, o decretino il successo di una hit musicale a tema: 'Teenage suicide don't do it'. Persino la ribellione (non a caso il protagonista si chiama J.D.), ultimo baluardo di manifestazione del proprio rifiuto all’autorità, cade nella trappola della violenza: è distruttiva e mira a eliminare il prossimo. Trasmesso per la prima volta alla TV italiana nel gennaio del 1994, suscitò furiose polemiche a seguito del gesto emulativo di una scena del film, purtroppo finito in tragedia. Da quel momento “Schegge di follia” viene bollato come opera maledetta, e riapparirà sugli schermi televisivi solo 15 anni dopo, e in tarda serata. Negli anni è quindi diventato un raro oggetto di culto, tanto cinico quanto ammirato e imprescindibile. TRAILER

Scheda tecnica


titolo originale
Heathers
genere
commedia, drammatico
anno
1989
nazionalità
U.S.A.
cast
Winona Ryder, Christian Slater, Shannen Doherty
regia
Michael Lehmann
durata
102'
sceneggiatura
Daniel Waters

Commenti

Post popolari in questo blog

Dunkirk - Recensione

Blade Runner 2049 - Recensione