Gli amanti del Pont-Neuf - CULT



Film francese del 1991 diretto dal visionario Leos Carax. La pellicola è interpretata dall’attore feticcio del regista, Denis Lavant, e da una giovane Juliette Binoche, allora fidanzata di Carax. Storia: Alex, clochard, mangiafuoco e ubriacone, vive sul pont-neuf, un ponte della Senna chiuso per lavori, insieme a Michèle, pittrice quasi cieca e al vecchio Hans. Tra piccoli furti e giorni amari, si prendono, si lasciano, e poi…Un’opera “maledetta”, la cui produzione fu funestata da numerosi problemi, che impedirono di usare per le riprese il vero ponte, e costrinsero a ricostruire in studio l’intero manufatto e il quartiere che lo ospitava (!). Il conseguente aumento di budget, portò il costo a 70 milioni di franchi, e il film diventò il più costoso della storia del cinema francese.

Da cineteca la sequenza dei festeggiamenti per il Bicentenario della Rivoluzione, in cui il reiterato esplodere dei fuochi d’artificio si sposa a una danza liberatoria e viscerale, che deflagra in un magniloquente turbinio di emozioni. Una foga creativa e surrealista, che attraverso i corpi umiliati eppur vitali dei suoi personaggi, sembra trasmetterci tutto il furore e l’amarezza di una lavorazione tormentata. Leos Carax dona alla sua opera una marcata espressività, convulsa e incontrollabile, che si fonde con l’amour fou dei protagonisti, fino a far sognare, stupire e a deragliare in un fragoroso e generoso delirio. Prendere o lasciare, ma assolutamente da vedere.

Commenti

Post popolari in questo blog

Dunkirk - Recensione

Blade Runner 2049 - Recensione