In the mood for love - Capolavoro


Film di nazionalità cinese, del 2000, diretto da Wong Kar-wai. Siamo a Hong Kong nel 1962, Mr. Chow (Tony Leung) e Mrs. Chan (Maggie Cheung), si ritrovano vicini di casa in affitto. Entrambi in perenne attesa dei rispettivi coniugi, incrociandosi in spazi angusti, si scambiano saluti, silenzi e sguardi rubati, finché la passione esplode. La scansione temporale fluisce attraverso uno schermo nero, una dissolvenza, in cui implodono le emozioni fino al prossimo incontro, dove nulla è detto, e nemmeno suggerito, eppure assume un senso, che arde e vibra di dense pulsioni, ed è enfatizzato da sublimi ralenti.
Lo spettatore viene escluso dall’intimità della coppia, ma questo ne amplifica le struggenti sensazioni, che una musica ossessiva e ipnotica, ripropone nei rituali che strutturano la quotidianità. Una regia in stato di grazia, che attraverso immagini dalla straordinaria eleganza formale, filtra i sentimenti della memoria. Wong Kar-wai valorizza tutti gli artifici della settima arte, in primis la sensuale fotografia di Christopher Doyle, che “veste” la scena di una malinconia calda ma evanescente, con la quale affascina e rapisce. “In the mood for love” è pura magia, che entra di diritto tra i capolavori assoluti della storia del cinema.

Commenti

Post popolari in questo blog

Dunkirk - Recensione

Blade Runner 2049 - Recensione