Hunger Games: La ragazza di fuoco - Recensione

Dopo il successo d’incassi (in U.S.A.) del primo capitolo (qui recensione), Jennifer Lawrence ritorna nei panni di Katniss Everdeen. Qui la ritroviamo dopo la vittoria dei precedenti “giochi”, a convivere con la valenza politica del suo trionfo e a dividere il suo cuore tra Peeta (Josh Hutcherson) e Gale (Liam Hemsworth). Riuscirà il tiranno Snow (Donald Sutherland) a usarla per sedare le rivolte o dovrà optare per un’altra (risolutiva) soluzione? Raddoppiato il budget, questa nuova puntata risulta più spettacolare e (per fortuna) meno violenta.
La regia si rivela più tradizionale e meno predisposta alla camera a mano, ma la differenza rispetto ad altri prodotti del/di genere la fanno una protagonista intensa e credibile, e una sceneggiatura vivace, ben strutturata e piena d’idee, che a ogni scena invoglia a scoprire come andrà a finire. Certo non mancano le lungaggini, a causa dei momenti sentimentali, ma il film mantiene sempre viva l’attenzione grazie a quell’aura polivalente e ambigua, che fonde tematiche sociali con l’estetica seriale dei teen movie. Non ci resta quindi che aspettare il capitolo conclusivo, che manco a dirlo sarà diviso in due parti…business is business. VOTO 6+

Commenti

Post popolari in questo blog

E' solo la fine del mondo - Recensione

Vi presento Toni Erdmann - Recensione