Le 5 delusioni della stagione 12-13 - Classifiche

Fine stagione 12-13: tempo di bilanci. Nei prossimi giorni pubblicherò le mie personali classifiche dei film che in positivo/negativo hanno segnato quest’anno cinematografico. Le tracklist saranno ben tre e usciranno nell’ordine: le delusioni, i cult e dulcis in fundo la top ten dei più belli, ovviamente sono tutti film da vedere!!! Di seguito, dal "meno peggio" al peggiore:

5) Come un tuono: Derek Cianfrance è un regista in ascesa e l’ambizione non gli manca, ma ai temi forti dovrebbe abbinare una regia di polso e una direzione d’attori con più personalità, si spera l’esperienza affini tecnica e talento…(recensione)

4) Prometheus: Prequel, sequel, newquel, reboot? Operazione artistica o commerciale? Troppi dubbi e tanta confusione. Di certo è che se “Alien” è un cult questo di sicuro sarà uno s-cult. Ridley Scott per rinverdire la carriera ha deciso di rifare i suo successi, ci aspetta infatti anche il seguito di “Blade Runner” (doppio sic!!!). Se i risultati sono questi, aspettiamoci dei replicanti difettosi…(recensione)

3) Gangster Squad: come sprecare un cast all-star in un poliziesco-noir? Chiedetelo al giovane regista Ruben Fleischer, vi spiegherà che la ricetta sta in una sceneggiatura sciatta, una regia col pilota automatico e tanta noia. Uno sconcertante macello…(recensione)

2) Solo Dio perdona: Nicolas Winding Refn ci aveva abituati a una carriera in crescendo e dopo i trionfi di critica l’anno scorso conquista anche il pubblico con “Drive” (recensione), lascia quindi l’amaro in bocca, e tanta rabbia, vedere che il consenso ottenuto abbia portato un po’ di “spocchia autoriale” e tanta arroganza; l’unanime tonfo di questo film servirà da lezione? Speriamo…(recensione)

1) Gli amanti passeggeri passeggeri: In assoluto, la peggior delusione. Pedro Almodovar finalmente torna alla commedia, purtroppo con esiti nefasti, e il risultato più che “Donne sull’orlo di una crisi di nervi” ricorda un cine-panettone con Christian De Sica…sic! (recensione)

Considerazioni finali: non so se avete notato, ma su 5 film ben 3 sono interpretati da Ryan Gosling (!), è un peccato veder sprecato un bravo attore in opere non all’altezza. Ryan, un consiglio: prima si legge la sceneggiatura e poi si accetta il ruolo…

Commenti

  1. ah però... ben tre film con l'astro nascente ryan gosling...su prometeus sono pienamente d'accordo con te.la fine è ridicola

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Dunkirk - Recensione

Vi presento Toni Erdmann - Recensione