Lego Batman - Il film - Recensione

Nel Lego Universe Batman (doppiato da Claudio Santamaria) è un egocentrico presuntuoso che attrae i cattivi e respinge gli altri paladini della giustizia. L’uomo pipistrello si ritroverà così a combattere la sua battaglia più dura, quella contro se stesso. Bruce Wayne imparerà che i veri amici sono la famiglia che scegli, quelli che ti costringono a mettere in discussione valori e convinzioni. Una sfrontata parodia dei cinecomics e dei loro derivati, che mette alla berlina la figura dell’eroe, così popolare ma anche così solo. LB è un rutilante tour de force visivo tra le mille citazioni della geek culture. Un film d’animazione adrenalinico, dal mood psichedelico, che omaggia molte trasposizioni del Cavaliere Oscuro. Tra tutte, cito le versioni Tim Burton e la mitica serie TV degli anni sessanta, con tanto di sigla e scritte onomatopeiche. Lo sfrenato citazionismo diventa cifra stilistica e si allarga anche oltre l’immaginario fumettistico, con riferimenti a Il Signore degli anelli e al Voldemort di Harry Potter.

Questo spin-off del ‘meraviglioso’ The LEGO Movie, non possiede la stessa profondità di lettura, però ne riproduce la scanzonata voglia di stupire. Imbarazzante il doppiaggio della pur simpatica Geppi Cucciari, scelta per dar voce alla severa Barbara Gordon, una decisione sbagliata e incoerente col personaggio stesso. Tra le pieghe di una trama che ospita una miriade di personaggi sopra le righe, e tutti i più famosi villain, si nota però anche la capacità di fornire una solida psicologia ai protagonisti. Mattoncini sì, ma con l’anima…VOTO 6,5  TRAILER



Scheda tecnica
titolo originale  The Lego Batman Movie
genere  animazione, azione, commedia
anno 2017
nazionalità Stati Uniti d'America
regia  Chris McKay
durata 104'
sceneggiatura  Seth Grahame-Smith

Commenti

Post popolari in questo blog

E' solo la fine del mondo - Recensione

Vi presento Toni Erdmann - Recensione