Saving Mr. Banks - Recensione

Primavera 1961. Pamela Travers (Emma Thompson), autrice inglese delle avventure della più famosa tata volante, Mary Poppins, vola in America per incontrare Walt Disney (Tom Hanks). Dopo vent'anni, il papà di Topolino non è ancora riuscito a convincerla a cedere i diritti, e riuscirci sarà più duro di quel che pensa...la Travers ha paura che il film diventi una “sciocca frivolezza a cartoni animati”, perché quella storia, in realtà, nasconde il suo mesto passato. In occasione del cinquantesimo anniversario, il regista John Lee Hancock realizza un sentito omaggio a uno dei cult-movies Disney, che farà di certo la gioia dei fan del genere. Bravissima la Thompson nei panni dell'acida zitella, è un peccato non sia stata candidata agli Oscar.
C'è da dire però che i continui flashback smorzano il mordente degli incontri/scontri tra i due protagonisti, anche perché, il plot dedicato alla fanciullezza dell'autrice, si rivela piuttosto piatto rispetto all'enfasi autocelebrativa sulla produzione. La regia, nonostante il ritratto edulcorato (in meglio) di zio Walt, non sfrutta a fondo il fascino del metacinema, e manca l'emozione, preferendole la lacrima facile. L'ottima cura nella ricostruzione storica e la bravura degli interpreti, purtroppo, non compensano una direzione sin troppo delicata, che affoga in un mare di cine-ricordi. VOTO 5/6

Commenti

Post popolari in questo blog

E' solo la fine del mondo - Recensione

Vi presento Toni Erdmann - Recensione