Kiki - Consegne a domicilio - Recensione

La strega tredicenne Kiki, come da tradizione, lascia casa e genitori in cerca della città in cui insediarsi, e per mantenersi offre un servizio di consegne a domicilio su scopa volante; scoprirà un mondo e un’umanità che l’aiuteranno a crescere e maturare. Un cammino formativo attraverso valori universali (il lavoro, il rispetto, l’umiltà), condito con garbata ironia e mai pedante, che guida la sua protagonista nel difficile passaggio dall’infanzia all’adolescenza.
Un'altra perla dall’archivio Miyazaki viene distribuita in sala, grazie a Lucky Red, a distanza di anni (24!) e ancora una volta incanta ed emoziona, ma a stupire è la forza della semplicità. Rispetto ai capolavori del regista, mancano temi forti e stile visionario, ma non gli efficaci cromatismi e la toccante poesia, che qui celebra la magia dei legami tra anime diverse, e l’ottimismo dei sentimenti. Un film, per bambini e adulti, simpatico e intelligente. Assolutamente da non perdere. VOTO 7

Commenti

  1. pensa che noi come associazione culturale per la diffusione di tali perle lo abbiamo proiettato nel lontano 2003.splendido.

    RispondiElimina
  2. Bravi! Diffondete il "verbo Miyazaki" :-)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Dunkirk - Recensione

Blade Runner 2049 - Recensione