Quasi amici - Recensione

Philippe (François Cluzet) è un paraplegico, Driss (Omar Sy) un esuberante ragazzo senegalese, appena uscito di galera, il primo è un ricco aristocratico che vive in centro a Parigi, il secondo nella più grigia e disperata banlieu. Ispirato a una storia vera, e record d’incassi in Francia, un film onesto che convince grazie a un’ottima alchimia tra sceneggiatura e regia, creando, un delicato, ma riuscito, equilibrio tra commedia esilarante e misurato dramma. Un coinvolgente inno alla vita, che unisce l’emarginazione fisica di Philippe con quella sociale di Driss, ma anche l’intelligenza dell’uno con la contagiosa vitalità dell’altro, rompendo gli schemi di classe; e senza pietismi, stupisce per leggerezza e colpisce per umanità. VOTO:7

Commenti

Post popolari in questo blog

Dunkirk - Recensione

Vi presento Toni Erdmann - Recensione