The Help - Recensione


Jackson, Mississipi, anni ’60. Eugenia "Skeeter" (Emma Stone) torna al paese d’origine, e trova lavoro nel giornale locale, nella rubrica dei consigli domestici, le sue aspirazioni sono ben altre, decide così di raccontare il razzismo che la circonda, da un nuovo punto di vista, quello delle cameriere di colore. La sceneggiatura è abile nell’intrecciare vicende e destini dei tanti personaggi, quanto ovvia nello svolgimento, con troppe scene “telefonate”, preferendo intrattenere più che denunciare, dopotutto, si tratta sempre di un prodotto Disney… Una delle pagine più brutte della recente storia americana, risulta così banalizzata e alleggerita: il Ku Klux Klan, le ribellioni e le manganellate, rimangono fuori campo, e se proprio la domestica si ribella, basta cambiare famiglia da servire. Nonostante i succitati limiti, e una regia col pilota automatico, il film in America è stato un successo, il merito, a mio avviso, è da attribuire alla bravura dell’azzeccato cast: Viola Davis, con pochi sguardi emoziona e coinvolge, Octavia Spencer, tutta sarcasmo e occhi a palla, diverte, ma la migliore è Jessica Chastain, una meravigliosa creatura, tanto svampita e fragile, quanto sensuale e intensa. VOTO 6

Commenti

Post popolari in questo blog

Dunkirk - Recensione

Vi presento Toni Erdmann - Recensione