Blade Runner 2049 - Recensione

Los Angeles, 2049. L’agente K (Ryan Gosling) è un blade runner che ha l’incarico di eliminare vecchi replicanti Nexus 8. L’ultimo “lavoro in pelle” però gli procura grane e dubbi. Per risolvere ogni mistero sarà necessario rintracciare un vecchio collega: Deckart (Harrison Ford). 35 anni dopo il film originale, Denis Villeneuve reinterpreta il testo di Dick e l’universo di Scott. Il risultato è un’ottima opera sci-fi che, se si esclude qualche “replicante innesto visivo”, si colloca con coerenza nel percorso estetico dell’autore canadese. Come nei precedenti lavori del regista, inoltre, si assiste a un cammino esistenziale che conduce a una trasformazione: da K a Joe. Nell’incipit il cineasta inserisce una chiave di lettura tra le radici di un albero, rivelando una sequenza di numeri non casuali: 6.10.21. Il sei è il numero perfetto della creazione, infatti, coincide con i giorni in cui Dio ha creato il mondo. L’uno e lo zero sono i codici binari che compongono, per sua stessa ammissione, l’intelligenza artificiale Joi (Ana de Armas). Gli ultimi due numeri ricordano il finale di un conto alla rovescia. K è dunque la creatura che può salvare un mondo, ormai digitale, dalla deriva di sintetiche discriminazioni. La salvezza risiede quindi nel miracolo delle origini di ogni cosa.
L’occhio è protagonista sin dalla prima inquadratura, ed è l’unico elemento che distingue un replicante da un essere umano, evoluzione della specie esclusa…Un film dall’anima noir e dal ritmo ponderato. Questo sequel si scopre tra mille riflessi e riflessioni, illuminato dalla potenza scenica di una fotografia dai colori freddi e satura di simbolismi. Se si esclude qualche dialogo didascalico, e un cattivo inadeguato (interpretato da Jared Leto), BR2049 è un campionario di eccellenza tecnica e visiva. Ho visto cose che…basteranno per la nascita di un nuovo CULT. VOTO 8    TRAILER

Scheda tecnica
titolo originale Blade Runner 2049
genere  azione, noir, avventura, fantascienza, thriller
anno 2017
nazionalità Stati Uniti d'America, Canada, Regno Unito
cast Ryan Gosling, Harrison Ford, Jared Leto, Dave Bautista
regia   Denis Villeneuve
durata 106'
sceneggiatura Hampton Fancher, Michael Green

Commenti

Post popolari in questo blog

Il filo nascosto - Recensione

Dunkirk - Recensione