Jurassic World - Recensione



Isla Nublar, a nord-ovest della Costa Rica, un miliardario ha creato un parco divertimenti per turisti, dove attraverso la clonazione del DNA hanno ridato vita ai dinosauri estinti 65 milioni di anni fa. Una ”attrazione” fugge, e tutti gli ospiti, tra cui ci sono i nipoti della responsabile Claire Dearing (Bryce Dallas Howard), dovranno cercare di sopravvivere in una giungla abitata da predatori preistorici. La storia vi ricorda qualcosa? A me il primo capitolo diretto da Steven Spielberg…unica novità: un dinosauro geneticamente modificato, l’Indominus Rex. Ambientato, più di 20 anni dopo l’utopica visione di John Hammond (“qui non si bada a spese”), dovrebbe essere un sequel, ma sembra più un remake, perché, se è vero che il ritmo non manca e qualche battuta funziona, il resto è tutto già visto.
Tra riusciti omaggi e citazioni all’originale del 1993, che faranno sicuramente felici i fans, si notano anche, in negativo, parecchi snodi dello script, che alterna momenti prevedibili a scarsamente credibili. Se la riesumazione del franchise, non lascia dubbi sulle motivazioni economiche, resta un mistero la scelta del giovane regista Colin Trevorrow, qui al suo secondo film, che non riesce a dare anima e respiro a un progetto che azzecca solo sporadici momenti di divertimento (spesso involontario…), e qualche panoramico piano sequenza. Arcano da svelare, anche per l’inarrestabile, e inspiegabile, ascesa di Chris Pratt, passato in poco tempo da paffuta spalla di serial TV a nerboruto protagonista di blockbuster (vedi “I guardiani della galassia”). Dimenticate la sottile suspence horror del film capostipite, qui prevale la superficiale leggerezza di un debole action movie. VOTO 5

Scheda tecnica
generefantascienza, avventura, thriller
anno2015
nazionalitàUsa
castChris Pratt, Bryce Dallas Howard, Ty Simpkins, Vincent D Onofrio, Omar Sy, Nick Robinson
regiaColin Trevorrow
distribuzioneUniversal Pictures
durata124'
produzioneAmblin Entertainment, Universal Pictures, Frank Marshall, Patrick Crowley
sceneggiaturaColin Trevorrow, Derek Connolly
fotografiaJohn Schwartzman
scenografieEd Verreaux
montaggioKevin Stitt
musicheMichael Giacchino

Commenti

Post popolari in questo blog

Dunkirk - Recensione

Vi presento Toni Erdmann - Recensione